PRODOTTI

DI STAGIONE NEL MESE DI SETTEMBRE
 
Già dalla metà di agosto il mercato ortofrutticolo vede cambiare la stagionalità dei suoi prodotti. E così, anche se in settembre si trovano ancora i prodotti tipicamente estivi, il nostro banco comincia a tingersi dei colori dell’autunno. Di seguito un elenco di frutta e verdura che danno il loro meglio in questo mese, insieme a quelle che da ora in poi ci accompagneranno per alcuni mesi, in alcuni casi fino alla fine dell’inverno.
 
FRUTTA
 
Fichi 
Dalla buccia verde o violacea e dalla polpa bianca o rossa, questi frutti morbidi, carnosi e dolcissimi sono il simbolo della fine dell'estate.
Su richiesta procuriamo fichi per confettura o da caramellare.
 
Fichi d’India 
A seconda della varietà la loro buccia va dalla tonalità giallo-arancione a quella rosso porpora, passando per quella verde chiaro. I fichi d’India si caratterizzano per un giusto mix di dolcezza e acidità con piacevoli note fresche e dissetanti. Il prodotto nazionale (Sicilia e Calabria) è reperibile da settembre a novembre.
 
Giuggiole 
Piccolo frutto piuttosto conosciuto in Romagna; la sua consistenza è compatta e succosa e il suo sapore ricorda vagamente quello della mela. Giunge a maturazione verso la metà di settembre ed è reperibile solo per alcune settimane.
 
Mele 
Dopo la varietà Royal Gala che appare sul mercato già nel mese di agosto, in settembre è la volta delle varietà Golden Delicious e Stark Delicious, entrambe di coltivazione locale.
 
Pere

La pera Williams è tra le prime ad apparire sul mercato dalla fine del mese di agosto. Il colore della buccia varia dal verde al giallo in relazione allo stato di maturazione più o meno avanzato. Occasionalmente i frutti possono presentare una colorazione rosso-rosata nelle parti più direttamente esposte al sole. I frutti più verdi sono croccanti e molto succosi. Mano a mano che assumono una colorazione più gialla, la polpa succosa diventa sempre più morbida e fondente.
 
Susine 
Settembre completa l'assortimento di susine presenti sul mercato con varietà come la Settembrina e l'Angeleno. Questa si distingue per i suoi frutti grossi e sferici, con buccia di colore scuro tendente al nero e polpa gialla, molto soda e consistente. Si adatta molto bene alla frigoconservazione; per questo rimarrà sul mercato fino alla fine dell'anno. Ma se volete assaporare un prodotto appena staccato dall'albero, dovete assolutamente gustarvela in questo mese.
 
Uva 
Già presente sul nostro banco da metà estate, l'uva è uno dei frutti simbolo dell'autunno. In settembre arriva la varietà Pizzutella, con acini dalla forma allungata, pochi semi e polpa croccante e succosa. Continuiamo comunque a trovare la varietà Italia e l'uva senza semi sia bianca che rosata. Quasi sempre la provenienza dell'uva da tavola è la Puglia, a volte la Sicilia.
 
 
VERDURA
 
Cavolfiori 
Per quanto il cavolfiore sia un ortaggio tipicamente invernale è ormai reperibile tutto l’anno (nella stagione estiva proviene principalmente dall’Alto Adige). In questo mese torna ad essere disponibile il prodotto locale, con i cavolfiori bianchi precoci.
 
Fagiolini 
Dopo il caldo estivo che fa soffrire alcuni ortaggi, le temperature un po’ più miti di settembre riportano vigore ad alcune coltivazioni, come quella dei fagiolini. In questo periodo dell’anno riusciamo a reperire un validissimo prodotto di provenienza locale, raccolto a mano e fresco di giornata.
 
Radicchi 
Finalmente vediamo riapparire alcune varietà di radicchio come quello variegato, con toni che vanno dal bianco striato di rosso al rosso con striature chiare. Più morbidi e meno amari dei loro cugini di Chioggia e di Treviso, questi radicchi sono adatti per la preparazione di squisite e colorate insalate.
 
Rape rosse 
Chiamate anche barbabietole, le rape rosse non sono conosciute da molti, ma in quanto vere e proprie miniere di sali minerali e assolutamente ipocaloriche, dovremmo fare tutti uno sforzo per includerle nella nostra dieta. In questo mese inizia il nuovo raccolto di provenienza locale. Le rape rosse si possono mangiare cotte oppure crude tagliate a julienne o a fettine sottili o ancora si possono inserire in centrifugati ed estratti.
 
Zucche 
Ortaggio simbolo dell'autunno, la zucca si presenta sotto varie forme e colori. In Romagna è molto apprezzata la varietà Violina: prende il nome dalla sua forma allungata, in cui è riconoscibile il "collo" completamente pieno di polpa all'interno e la "pancia" che invece possiede uno strato di polpa più sottile in quanto è la parte dell'ortaggio che ospita i semi. La buccia della Violina è rugosa e questo la distingue da altre zucche dalla forma simile. E' forse la zucca più dolce, con polpa di colore giallo-arancio, si conserva fino alla fine dell'anno ed è perfetta per tortelli e vellutate, ma anche semplicemente cotta al forno e consumata come spuntino o come fine-pasto ipocalorico.
Un'altra varietà piuttosto conosciuta è la Delica: dalla forma tondeggiante e schiacciata alle due estremità e dalla buccia verde scuro, è una zucca meno dolce e con polpa più soda e poco fibrosa. Ha una maturazione precoce ed è già possibile trovarla a fine estate. Quella italiana è reperibile da agosto a gennaio, mentre fuori stagione è spesso importata dal Sud America o dall'Africa.
 
Zucchine 
Presenti sul mercato nelle varianti chiare, scure e tonde, le zucchine sono un ortaggio molto apprezzato per il sapore delicato, l'alta digeribilità e la sua versatilità in cucina. Sul nostro banco potete ancora trovare per tutto il mese di settembre un prodotto a km0.
Su richiesta procuriamo coloratissimi fiori di zucca freschi di giornata.
 
 
 

Consegne a domicilio

Le nostre attività

Le nostre ricette